^ Torna su
LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA PER AGIBILITÀ - 21/02/2018
INDIETRO
VISUALIZZA TUTTE LE NEWS

Novità per il 2018…. Cosa cambia per L’agibilità?

Non più certificato di Agibilità ma Segnalazione Certificata per ’agibilità.

La Segnalazione certificata per  agibilità: cosa cambia

Il certificato di agibilità viene sostituito dalla Segnalazione certificata di agibilità. In pratica è sempre il professionista ad asseverare le condizioni di agibilità, ma viene meno l'iter secondo il quale il titolare del permesso di costruire, o chi aveva presentato la SCIA, poteva far richiesta di certificato di agibilità, rilasciato, poi, dal Comune (dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio).

È il direttore dei lavori, o in sua assenza un professionista abilitato, ad asseverare l'agibilità e la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, di salubrità e di risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati. Nell'asseverazione il professionista incaricato per l'agibilità assicura anche che l'opera realizzata sia conforme al progetto presentato.

Attestata la conformità dell'intervento alla legge, gli edifici - o loro porzioni - possono essere utilizzati sin dalla data di presentazione della Segnalazione certificata.

Restano invariate le tipologie di intervento che richiedono l'attivazione dell'iter (nuove costruzioni; ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali; interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni di sicurezza, salubrità e sui consumi energetici legati all'edificio o agli impianti presenti).

Nessuna variazione anche per la tempistica: la segnalazione certificata di agibilità va presentata entro quindici giorni dall'ultimazione dei lavori di finitura dell'intervento. Intatte anche le sanzioni amministrative previste, che oscillano tra i 77 e i 464 euro per chi, pur obbligato, non presenta la segnalazione.

La segnalazione certificata di agibilità deve essere accompagnata dal certificato di collaudo statico, che, però, per interventi minori, quali riparazioni e interventi locali sulle costruzioni esistenti, è sostituito dalla dichiarazione di regolare esecuzione firmata dal direttore dei lavori. Ricordiamo che - per effetto del DLGS Scia 2 - il deposito del certificato di collaudo statico equivale al certificato di rispondenza dell'opera alle norme tecniche per le costruzioni (art. 62 del DPR 380/2001).

Quanto alla documentazione da allegare alla Segnalazione certificata di agibilità, oltre alla possibilità di sostituire in alcuni casi il certificato di collaudo statico con la dichiarazione di regolare esecuzione, c'è una seconda novità che riguarda l'accatastamento. Non bisogna più allegare la richiesta di accatastamento dell'edificio ma servono gli estremi dell'avvenuta dichiarazione di aggiornamento catastale.

La Segnalazione certificata di agibilità deve essere corredata, tra l'altro, dalla dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa sull'accessibilità e superamento delle barriere architettoniche.

Su tale tema, con il DGLS Scia 2 viene eliminata la possibilità da parte del Comune di richiedere una dichiarazione, resa sotto forma di perizia giurata e firmata da un tecnico abilitato, che attesti la conformità dell'opera alle disposizioni sul superamento delle barriere architettoniche.

Resta salva l'agibilità parziale introdotta dal decreto del "fare" del 2013 (Dl 69 del 2013).

 

Procedimento:

 

Prima, l’iter di rilascio del Certificato di agibilità era il seguente:

    Presentazione richiesta di rilascio del Certificato entro 15gg dalla comunicazione di Fine Lavori corredata da tutta la documentazione impiantistica, strutturale e catastale inerente l’immobile.

    Rilascio del Certificato di Agibilità da parte dell’Ufficio Pubblico entro 30giorni oppure comunicazione con richiesta di integrazioni o documenti mancanti.

Il nuovo iter è:

    Presentazione Segnalazione Certificata di Agibilità entro 15gg dalla comunicazione di Fine Lavori corredata da tutta la documentazione impiantistica, strutturale e catastale inerente l’immobile.

    30 giorni di tempo per il controllo della documentazione da parte dell’Ufficio Preposto ed eventualmente richiedere integrazioni o precisazioni.

 

    Allegati necessari:

 

    Attestazione di asseverazione delle condizioni di sicurezza

    Documentazione relativa al collaudo statico opere strutturali

    Documentazione relativa al rispetto delle norme sulle barriere architettoniche

    Documentazione catastale aggiornata

    Documentazione relativa alla sicurezza degli impianti quali certificazioni di    conformità e collaudo

    Documentazione relativa all’isolamento termico e certificazione APE

    Documentazione relativa al rispetto delle norme prevenzione incendi (DPR 1/8/2011 n° 151)

    Documentazione relativa all’anagrafe delle unità immobiliari

    Documentazione relativa agli allacciamenti impiantistici

    Documentazione relativa al rispetto delle norme in materia di inquinamento acustico

 

Cosa conservare:

Per dimostrare la sussistenza delle condizioni di Agibilità dell’immobile, bisogna conservare copia della Segnalazione Certificata di Agibilità presentata dal Tecnico Abilitato con indicazione del numero di protocollo rilasciato dagli Uffici Comunali.

Certo quanto detto prima è vero, ma a che “prezzo”?

Se prima la responsabilità ricadeva sull’Ufficio pubblico in caso di errore nella documentazione non rilevato per disattenzione dell’impiegata ora la totale responsabilità ricade sui tecnici certificatori, che in caso di dichiarazione falsa dovranno assumersi tutti i rischi previsti dalla legge.

La segnalazione certificata di agibilità può riguardare:

    singoli edifici o singole porzioni della costruzione, purché funzionalmente autonomi, qualora siano state realizzate e collaudate le opere di urbanizzazione primaria relative all'intero intervento edilizio e siano state completate e collaudate le parti strutturali connesse, nonché collaudati e certificati gli impianti relativi alle parti comuni;

    singole unità immobiliari, purché siano completate e collaudate le opere strutturali connesse, siano certificati gli impianti e siano completate le parti comuni e le opere di urbanizzazione primaria dichiarate funzionali rispetto all'edificio oggetto di agibilità parziale

Le differenze sostanziali con il Certificato di Agibilità consistono nel fatto che è il direttore dei lavori o il professionista abilitato ad attestare quanto richiesto dalla normativa in una sorta di autocertificazione e che l’utilizzo degli immobili è consentito dalla data di presentazione della SCIA allo Sportello Unico, fermo restando l’obbligo di conformare l’immobile alle eventuali prescrizioni stabilite dagli organi e dalle amministrazioni competenti ad esito delle verifiche successive effettuate nel termine di cui all’art. 19, comma 6-bis, della legge 7 agosto 1990, n. 241, anche con visite ispettive svolte con modalità stabilite da Regioni, Province autonome, Comuni e Città metropolitane, ognuna nell’ambito della propria competenza.

 

La presentazione della segnalazione certificata di agibilità non impedisce l’esercizio del potere da parte del soggetto competente di dichiarazione di inagibilità di un edificio o di parte di esso (art. 26 D.P.R. n. 380/01, art. 222 T.U. 27 luglio 1934, n. 1265), qualora vengano meno le condizioni necessarie per l’agibilità (es. in caso di eventi sismici) o per sopravvenuti motivi di pubblico interesse.

 

Sanzioni

La mancata presentazione della Segnalazione di Agibilità allo Sportello Unico nel termine stabilito di 15 giorni dall’ultimazione dei lavori di finitura dell’intervento comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria variabile da € 77,00 ad € 464,00 (art. 24, comma. 3, del D.P.R. n.380/01).

Costi

Marca da bollo del valore corrente (16,00 Euro) al momento della presentazione sul modulo della richiesta.

Attestazione di pagamento dei diritti di segreteria, variabili da Comune a Comune e calcolati in base alla cubatura.

Considerazioni finali

Come avrete potuto immaginare, la vera novità è che la Certificazione di Agibilità sarà valida dalla data di presentazione (protocollo); quindi in frangenti dove si necessita in tempi brevi della Certificazione di Agibilità dell’immobile, la proprietà riesce a non attendere i 30 giorni prima previsti.

Arch. Filippo Curigliano

ULTIME NEWS
IL DURC NEI LAVORI EDILI PRIVATI - 01/03/2018

Il Durc nei lavori edili privati

Il DURC ovvero il documento unico di regolarità contributiva dell’impresa esecutrice dei lavori è necessario anche nell

dettagli
DESTINAZIONE D'USO DI UN IMMOBILE - 01/03/2018

Destinazione d’uso di un immobile

La destinazione d’uso  di un immobile rappresenta la finalità per cui esso viene utilizzato. L&rs

dettagli
L'ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE) - 28/02/2018

L'Attestato di Prestazione Energetica (APE)

 

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE, o anche, comunemente, "certificato energetico"

dettagli
SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ) - 28/02/2018

SCIA (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ)

La SCIA è lo strumento amministrativo che consente l'immediato avvio dei lavori sotto la responsabilit&agra

dettagli
IL DIRETTORE DEI LAVORI NELL'EDILIZIA PRIVATA - 28/02/2018

Il Direttore dei lavori

Il direttore dei lavori è una figura indispensabile e fondamentale nella realizzazione delle opere edilizie, infatti tale figura &egr

dettagli
PRATICHE EDILIZIE: LA CILA - 27/02/2018

PRATICHE EDILIZIE:

CILA

La comunicazione di inizio lavori venne introdotta nel 2010 nel dettagli

VALVOLE TERMOSTATICHE, OBBLIGO ENTRO FINE ANNO. - 24/10/2016

Al fine di contenere la spesa energetica delle nostre case, edettagli

SGRAVI FISCALI PER LE RISTRUTTURAZIONI - 20/10/2016

I lavori di messa in sicurezza antisismica potranno costare a chi si deciderà a farli anche&

dettagli
PAVIMENTAZIONI IN RESINA - 19/10/2016

Pavimenti in resina: le principali caratteristiche e i vantaggi

Quando si parla di pavimenti in resina si

dettagli
AGEVOLAZIONI A CHI METTE IN SICUREZZA LE CASE - 17/10/2016

Il governo mette l’acceleratore ai bonus per le

dettagli
LE ENERGIE RINNOVABILI - 17/10/2016

Le energie rinnovabili sono fonti di energia il cui utilizzo non intacca, né pregiudica

dettagli
UNA CARTA DA PARATI ANTISISMICA - 19/09/2016

Una sottile carta da parati può contribuire a rendere i muri più resistenti alle scosse sismiche e dare agli abitanti maggior tempo per evacuare.

Carte da parati specifiche pe

dettagli
APPALTI BANDI GARE PUBBLICI
SICUREZZA SUL LAVORO
ISO 9001
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RISTRUTTURAZIONI
RIVISTE & INFO
CHIUDI 

PRIVACY POLICY DEL SITO INTERNET WWW.COSTRUTTORI.IT

Si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
L'informativa è resa anche ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" a coloro che interagiscono con i servizi online di Costruttori.it, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.costruttori.it

L'informativa è valida per tutti i siti marchiati "by Costruttori.it".

IL "TITOLARE" DEL TRATTAMENTO
La consultazione di questo sito comporta il rilascio di informazione e dati personali.
Il "titolare" del loro trattamento è :

COSTRUTTORI s.r.l.
Via Europa, 108
31040 Giavera del Montello (Treviso)
tel. 0422.775465 - fax 0422.882380
p.iva e c.f. 04452480264
nella persona di Pocchiari Isabella (Ufficio Marketing)


LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I trattamenti connessi ai servizi online di questo sito hanno luogo presso la predetta sede di COSTRUTTORI s.r.l. e sono curati solo dal personale tecnico incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di operazioni di manutenzione.

TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITA' DEL TRATTAMENTO
Dati di registrazione
Le informazioni richieste in fase di registrazione verranno utilizzate sia per consentire l'accesso ai servizi online di COSTRUTTORI.it, sia per poter attivare, a titolo completamente gratuito, la cassetta di posta elettronica.
COSTRUTTORI s.r.l. per assicurare il corretto svolgimento di tutte le attività connesse o strumentali all'erogazione del servizio di posta elettronica potrà, ove necessario, comunicare i dati personali degli utenti ad altre società .
Inoltre, essendo la registrazione propedeutica per l'accesso ai servizi online, i dati personali dei clienti, effettuata la scelta del servizio e previa ulteriore informativa, verranno trattati per le finalità connesse e/o funzionali al servizio prescelto.
Nel caso i servizi prescelti siano gestiti da terzi, i dati verranno comunicati ai singoli gestori. Questi ultimi operano come "titolari" per il trattamento connesso all'erogazione dei servizi di propria competenza.

Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e sono conservati per i tempi definiti dalla normativa legale di riferimento. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

COOKIES
Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.

I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali verranno trattati per mezzo di strumenti informatico/telematici e per finalità connesse e/o strumentali al servizio di Posta elettronica e degli eventuali altri servizi online o per la semplice navigazione sul sito, così come stabilito dalla legislazione italiana vigente; in particolare:
- per rendere possibile l'erogazione del servizio;
- per rendere possibile l'esecuzione degli obblighi legali previsti.
Il trattamento dei dati avverrà per mezzo di strumenti e/o modalità volte ad assicurare la riservatezza e la sicurezza dei dati, nel rispetto di quanto definito negli articoli 33 e seguenti del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196).
Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Le richieste vanno rivolte al titolare del trattamento presso la sua sede.
Il presente documento costituisce la "Privacy Policy" di questo sito.